Ingredienti

Aceto, benefici per la salute, tipi di aceto e altri usi

aceto img

La presenza dell’aceto bianco è storicamente un must nelle dispense di milioni famiglie in tutto il mondo da migliaia di anni. Non è difficile capirne il perché.

Questo prodotto può essere utilizzato infatti in svariati modi, dalla cucina fino alla medicina, passando inoltre per la pulizia e addirittura per il giardinaggio.

In questo articolo vengono descritte alcune delle più popolari possibili applicazioni per l’aceto bianco e quali sono i modi più sicuri ed efficaci per utilizzarlo nelle nostre case.

Cos’è e come si ottiene l’aceto

L’aceto bianco standard è una soluzione limpida, generalmente contenente tra il 4 e il 7% di acido acetico e un 93-96% di acqua.

Alcuni tipi di aceto bianco possono però contenere fino al 20% di acido acetico. Questi sono rigorosamente da destinare a scopi agricoli o di pulizia e quindi assolutamente non destinati al consumo umano.

Storicamente, l’aceto bianco veniva prodotto dalla fermentazione di alimenti come barbabietole da zucchero, patate, melassa o siero di latte . Di solito, la ricetta specifica dipendeva da quale alimento fosse più facilmente disponibile in una determinata regione piuttosto che in un’altra.

Oggi, la maggior parte dell’aceto bianco lo si ottiene dalla fermentazione dell’alcool di grano (etanolo). Questo tipo di alcool non contiene naturalmente molti nutrienti, quindi altri ingredienti come lieviti o fosfati possono essere aggiunti per dare il via al processo di fermentazione batterica.

L’aceto bianco in cucina

Le molte possibili applicazioni culinarie per l’aceto bianco lo rendono un prodotto venduto su larga scala come un alimento base per la cucina.

L’aceto bianco ha un sapore più forte e un po’ più aspro rispetto ad altri tipi aceto potabili, quindi certamente non vorrai berlo da solo… Tuttavia, può essere un ingrediente molto pratico da poter inserire in svariate ricette.

Alcuni degli usi più popolari dell’aceto bianco in cucina:

Sottaceti

S​e abbinato a spezie e acqua in salamoia, l’aceto bianco è un’ottima base per creare un’ampia gamma di sottaceti veloci, tra cui verdure, frutta e uova.

Insalate

Una spruzzata di aceto bianco può illuminare il sapore di alcuni tipi di insalate, che siano esse tradizionali oppure più elaborate e composte. E’ raccomandabile iniziare sempre con il versare una piccola quantità di aceto ed effettuare un test del gusto prima di aggiungerne altro: è molto facile eccedere con le dosi e rovinare completamente il piato.

Marinate e salse

L’aceto bianco dà un tocco in più di sapore anche a marinate e salse. Nelle marinate, l’acido presente nell’aceto funge anche da agente intenerente per carni, frutti di mare e verdure.

Cottura

L’aceto bianco può essere utilizzato insieme al bicarbonato di sodio come agente lievitante per prodotti da forno. L’aceto acido reagisce con il bicarbonato di sodio alcalino e rilascia gas di anidride carbonica che aiuta a far lievitare i suddetti impasti.

Preparazione del formaggio

Alcuni formaggi possono essere prodotti con latte e aceto bianco. Quando aggiunto al latte, l’acido presente nell’aceto altera le proteine ​​del latte, permettendo alla cagliata e al siero di latte di separarsi. Il risultato è un formaggio dolce e molto morbido.

Aceto e benefici per la salute

L’aceto bianco può anche produrre effetti positivi sulla salute. Effetti che vanno ben oltre la semplice aggiunta di sapore alle tue ricette preferite.

L’aceto è stato usato in medicina per migliaia di anni. Le più moderne ricerche sui suoi benefici per la salute si concentrano sulla componente dell’acido acetico presente per l’appunto nell’aceto.

Poiché molti tipi di aceto contengono acido acetico, i potenziali benefici per la salute non sono necessariamente esclusivi dell’aceto bianco.

L’aceto bianco può avere significativi benefici per la salute a causa del suo contenuto di acido acetico, tra cui il controllo della glicemia, la gestione del peso corporeo, la riduzione del colesterolo e lo sfruttamento delle sue proprietà antimicrobiche.

Controllo della glicemia

Alcuni studi hanno svelato che l’ingestione di aceto può ridurre i livelli di zucchero nel sangue e di insulina dopo un pasto.

Gestione del peso

Alcuni studi indicano inoltre che il consumo di aceto può aumentare la sensazione di pienezza e di sazietà, rallentando così la velocità con cui lo stomaco si svuota e portando di conseguenza a una riduzione dell’apporto calorico che implica nel tempo una conseguente perdita di peso.

Riduzione del colesterolo

Studi sugli animali hanno dimostrato una riduzione fisiologica del colesterolo nei topi a cui era stato somministrato dell’aceto. Al momento però si rendono ancora necessarie ulteriori ricerche per determinare una effettiva relazione di causa-effetto tra aceto e colesterolo.

Antimicrobico naturale

A causa delle sue proprietà antimicrobiche, l’aceto può essere utile per il trattamento di alcuni disturbi fisici tra cui funghi alle unghie, verruche e persino infezioni alle orecchie. L’aceto è inoltre un efficace trattamento topico per infezioni della pelle e ustioni

L’aceto bianco nelle faccende domestiche e nel giardinaggio

L’aceto bianco offre una folta varietà di possibili applicazioni domestiche pratiche, nessuna di esse ha questa volta a che fare con il cibo!

L’aceto bianco può essere un efficace strumento di pulizia per più superfici domestiche. Può anche essere usato per controllare le erbacce nel tuo giardino o per aiutare i fiori recisi a rimanere freschi.

Dal momento che, come detto in precedenza, l’aceto bianco possiede anche proprietà antimicrobiche, è da considerarsi un disinfettante e un detergente utile per una miriade di superfici e per la pulizia di molti elettrodomestici.

Ciò che fa preferire l’utilizzo dell’aceto in alcune faccende domestiche, è che esso sia notevolmente più economico rispetto ad altri detergenti per la casa disponibili in commercio.

Cosa si può pulire con l’aceto bianco

  • Piani di lavoro
  • Docce e vasche da bagno
  • Servizi igienici
  • Piatti
  • Specchi
  • Finestre
  • Macchine da caffè
  • Lavanderia (come smacchiatura)

Aceto bianco nel giardinaggio

L’aceto bianco può essere utilizzato anche nel giardinaggio per uccidere le erbacce e aiutare a tagliare i fiori a rimanere freschi più a lungo.

Quando viene utilizzato per progetti di pulizia della casa, è consigliabile un rapporto 50/50 di aceto e acqua. Mentre per il giardinaggio è possibile utilizzare l’aceto a piena resistenza.

Raccomandazioni sull’utilizzo dell’aceto bianco

Sebbene l’aceto bianco sia generalmente sicuro, abusarne potrebbe rivelarsi una scelta dannosa.

Il consumo di troppo aceto può ad esempio peggiorare i sintomi di condizioni infiammatorie nel tratto gastrointestinale superiore, come bruciore di stomaco o indigestione.

Un consumo eccessivo di alimenti acidi come l’aceto può contribuire inoltre al degrado dello smalto dei denti. In particolare, alcune ricerche indicano che l’aceto bianco può essere più dannoso per i denti rispetto gli altri tipi di aceto.

Inoltre, alcune ricerche suggeriscono il potenziale verificarsi di un effetto collaterale quando si viene a creare un mix tra farmaci per il cuore e appunto aceto. Questi possono includere un abbassamento eccessivo dei livelli di zucchero nel sangue e anche dei livelli di potassio.

Il consumo è sicuro se attuato con moderazione, ma potrebbe essere pericoloso se utilizzato in quantità eccessive o insieme a determinati farmaci.

Consultare sempre il proprio medico prima di apportare modifiche drastiche alla dieta o al regime di integrazione.

Ciò che è cerco, è che se tieni una bottiglia di aceto bianco nella tua dispensa, è molto probabile che ti tornerà utile in più di un modo.

Altri tipi di aceto

Aceto di mele

Questo aceto marrone chiaro a base di sidro di mele aggiunge un sapore aspro e sottile alla tua cucina. L’aceto di mele è ideale per insalate, condimenti, marinate, condimenti e le esigenze più generali di aceto.

Aceto di vino

Questo gustoso tipo di aceto è ottenuto da una miscela di vini rossi o bianchi ed è comune in Europa, in particolare in Germania. La qualità del vino originale determina quanto è buono l’aceto. Potresti trovare l’aceto di sherry sullo scaffale accanto agli aceti di vino.

Questa varietà è prodotta con vino di sherry e di solito viene importata dalla Spagna. L’aceto di champagne (sì, fatto con le bollicine) è un aceto speciale ed è piuttosto costoso.

L’aceto di vino eccelle nel mettere in risalto la dolcezza della frutta, del melone e delle bacche e aggiunge un pugno saporito alla salsa fresca.

Aceto balsamico

Questo aceto molto popolare e saporito è nato a Modena. Per gusto, questo aceto pregiato è come nessun altro. Le sue note agrodolci sono regolate in proporzione perfetta. Il sapore del balsamico è così intricato che esalta il meglio in cibi salati come il formaggio di capra, cibi astringenti come gli spinaci e cibi dolci come le fragole.

Aceto di riso

L’aceto di riso, limpido o giallo molto chiaro, è originario del Giappone, dove è essenziale per la preparazione del sushi. L’aceto di riso è composto dagli zuccheri presenti nel riso e il prodotto finale filtrato e invecchiato ha un sapore delicato che rappresenta un complemento eccellente per zenzero o chiodi di garofano, a volte con l’aggiunta di zucchero.

Aceto di malto

Questo aceto marrone scuro, uno dei preferiti in Gran Bretagna, ricorda la birra marrone scuro. La produzione di aceto di malto inizia con la germinazione dei chicchi d’orzo che consente agli enzimi di scomporre l’amido. Si forma lo zucchero e il prodotto risultante viene preparato in una bevanda di malto contenente alcol. Dopo che i batteri convertono la birra in aceto, l’aceto viene invecchiato.

Aceto Di Canna

Questo tipo di aceto è prodotto dalla canna da zucchero e viene utilizzato principalmente nelle Filippine. È spesso di colore giallo chiaro e ha un sapore simile all’aceto di riso. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, l’aceto di canna non è più dolce di altri aceti.

Aceto di birra

L’aceto di birra ha un attraente colore dorato chiaro e, come si può immaginare, è popolare in Germania, Austria, Baviera e Paesi Bassi. È fatto dalla birra e il suo sapore dipende dalla birra da cui è stato prodotto.

Aceto di cocco

Se non riesci a far sì che le tue ricette asiatiche abbiano un sapore “giusto”, potrebbe essere perché non hai l’aceto di cocco. Si tratta di un aceto bianco con un sapore acuto e particolarmente acido. Questo alimento è alla base della cucina del sud-est asiatico ed è composto dalla linfa della palma da cocco, particolarmente importante per i piatti tailandesi e indiani.

Aceto di uva passa

Questo aceto marrone leggermente torbido viene tradizionalmente prodotto in Turchia e utilizzato nelle cucine mediorientali. Prova a infonderlo con un po ‘di cannella per rafforzare il suo sapore delicato. I condimenti per insalata a base di aceto di uva passa aggiungeranno un sapore non convenzionale ai tuoi verdi.

Ti fidi dei rimedi naturali?

Vuoi conoscere nuovi modi per dimagrire, credi nel potere della natura e vuoi avere informazioni su tutto ciò che riguarda il benessere di corpo e mente?

Lascia la tua e-mail!

Complimenti! Iscrizione avvenuta con successo.