Cannabis

Cannabis contro nausea e vomito, un beneficio comprovato

nausea vomito marijuana img

Lo studio sulle capacità della Cannabis di alleviare la nausea è molto nutrito in confronto a quanto poco ne sappiamo precisamente in merito ai sui suoi effetti su condizioni come l’ansia e l’insonnia.

Numerosi studi clinici sono giunti alle stesse conclusioni nel corso degli anni: la Marijuana è ottima per alleviare la maggior parte delle forme di nausea. Inoltre, può stimolare l’appetito anche nei pazienti più gravemente malati, e in questo caso di tratta di un beneficio che, qualche volta, potrebbe addirittura salvare una vita.

Quest’ultimo aspetto trova successo tra i malati di cancro, che da anni usano la Marijuana medica per accompagnare il trattamento degli effetti collaterali della chemioterapia che causano nausea e vomito. In America per esempio, l’American Cancer Society riconosce ufficialmente l’uso della Cannabis come terapia di sollievo per i pazienti che la scelgono in consultazione con il proprio medico.

Ma come per tutto ciò che riguarda la Cannabis, gli effetti che essa può avere sui sintomi varia da persona a persona. Non esiste quindi un unico effetto per tutti i possibili benefici apportati dal consumo di Marijuana.

La buona notizia è che quando si tratta di nausea, causata da trattamenti di chemioterapia, cinetosi o anche semplicemente dei postumi di una sbornia, quasi certamente il consumo di Cannabis ti farà sentire molto meglio.

Cosa causa il senso di nausea

Malattie, ostruzioni addominali, avvelenamento, effetti collaterali di alcuni farmaci, squilibrio omeostatico… Ci sono centinaia di modi in cui puoi una persona può ritrovarsi a soffrire sintomi di nausea, alcuni innocui e semplicemente spiacevoli, altri mortalmente gravi.

È importante tener presente che la nausea è un sintomo, uno dei principali meccanismi di difesa dell’organismo contro le tossine e altri invasori e condizioni potenzialmente pericolose. Se avverti nausea o vomito cronici e non sei sicuro del perché ti stia accadendo, e soprattutto in caso di donne che credono di poter essere incinta, ne va parlato immediatamente con il medico.

Se invece sai già perché ti senti così e vuoi semplicemente che il malessere si fermi, gli strumenti per un sollievo immediato sono a portata di mano.

Come la Cannabis allevia la nausea

La buona notizia è che a differenza del dolore, localizzato e isolato, la nausea è una sensazione generale essenzialmente creata e regolata dal sistema nervoso centrale e dal potente sistema endocannabinoide. Il tuo organismo produce questi neurotrasmettitori per regolare tutte le sue condizioni, dal sonno, all’umore, alla fertilità, alla memoria e alla sensazione di dolore.

In breve, la Cannabis è ottima per la nausea perché tratta il sintomo alla fonte, interagendo con i nostri recettori cannabinoidi preesistenti e interrompendo quei segnali che suggeriscono al nostro cervello che potremmo aver bisogno di sdraiarci per un minuto. E’ bene precisare che l’uso di Cannabis non funzionerà necessariamente sul problema a monte, cioè su cosa sta causando la tua nausea, ma sarà molto efficace nel bloccare la sensazione che ne deriva.

Uno studio del 2012 ha mostrato risultati promettenti per le proprietà antiemetiche (lotta contro la nausea e il vomito) del CBD, il secondo cannabinoide più comune presente nella Marijuana e che non è quello che porta agli effetti psicoattivi (stupefacenti). In questo studio, alcuni ricercatori canadesi e israeliani hanno scoperto che il CBD ha prodotto forti effetti antiemetici (anti-nausea) nei topi da laboratorio, interagendo con gli abbondanti autorecettori 5-HT 1A prodotti dall’organismo.

Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se il solo CBD sia un efficace antiemetico nell’uomo. Anche perchè la conoscenza convenzionale dice che il THC (l’altro cannabinoide, quello responsabile dell’effetto stupefacente) e il CBD funzionano entrambi meglio quando lavorano in cooperazione.

Tuttavia, se assunto da solo, il CBD non provoca tossicità o intossicazione, anche ad alti dosaggi. Ciò rende relativamente a basso rischio sperimentare gli effetti sull’organismo al fine di comprendere se e come il rimedio funziona per te. Entro 30 minuti dalla somministrazione di CBD, dovresti essere in grado di poter determinare se sta avendo o meno effetti sulla tua nausea.

Se sarà così, auguri! Hai appena scoperto una soluzione non psicoattiva, e alternativa ai farmaci, che può curare il tuo malessere.

Quando il solo CBD non fa effetto

Allora prova ad aggiungere del THC.

Chiunque abbia bevuto troppo la sera prima e fumi un po’ di Cannabis, saprà quanto può essere efficace per farti alzare e sentirti di nuovo in sesto. Il cambiamento è istantaneo e può essere profondo.

E poiché il CBD non è sempre abbondantemente presente nei fiori di Cannabis, diventa evidente che il THC sia un ottimo rimedio a sua volta per la nausea. Un rimedio a sé stante, che potrebbe anche essere la chiave principale della piena efficacia della Marijuana in opposizione al tuo senso di nausea.

In questo caso, la sensazione di sballo potrebbe essere solo un vantaggio ulteriore, ammesso che ti piaccia quel genere di cose. Se non è così, e hai addirittura avuto esperienze in cui è al contrario proprio la Cannabis a farti venire la nausea, potresti ritrovarti a pensare: “ma come è possibile?”

Quelle esperienze di solito provengono dall’ingestione eccessiva (di solito da commestibili o fumando con dosaggi alti e ad alta potenza) o dalla combinazione con l’alcol. Se sei un consumatore inesperto, o se sei riluttante a provare la Cannabis per la nausea perché hai avuto un’esperienza del genere, non è detto che la Marijuana non possa comunque aiutarti contro la nausea. La chiave potrebbe essere un dosaggio sensibilmente minore di quello che assumeresti normalmente.

Basta una quantità relativamente piccola di Cannabis per eliminare nausea e altri sintomi e se sei più interessato a sentirti meglio che a sballarti. 5 mg di THC potrebbero bastare.

Quali prodotti dovrei provare

Gli alimenti a base di Marijuana funzioneranno, ma non sono l’ideale perché impiegano fino a un’ora per entrare in circolo e quindi avere effetto. Tra l’altro, mangiare qualcosa potrebbe non essere così attraente mentre si hanno sintomi di nausea.

Molto consigliati sono i vaporizzatori, eccellenti per comodità e controllo della dose, soprattutto se stai dando la priorità al sollievo medico rispetto all’effetto stupefacente.

Se sei una persona che preferisce fumare fiori di Marijuana, probabilmente stai già sperimentando regolarmente i benefici antiemetici della Cannabis.

In fondo in questo caso la metodologia di assunzione non fa troppa differenza. Scegli quello che preferisci attraverso il tuo gusto personale, per quanto riguarda gli effetti antiemetici è molto probabile che la Cannabis, in ogni forma, alla fine ti aiuterà.

Ti fidi dei rimedi naturali?

Vuoi conoscere nuovi modi per dimagrire, credi nel potere della natura e vuoi avere informazioni su tutto ciò che riguarda il benessere di corpo e mente?

Lascia la tua e-mail!

Complimenti! Iscrizione avvenuta con successo.