Ingredienti

Sale, 4 motivi per cui fa male e 4 benefici la salute

sale img

Il sale è un condimento onnipresente nella nostra alimentazione. Probabilmente ne hai messo un po’ sul tuo cibo proprio oggi, ma non hai pensato ai dettagli: la sua storia, i benefici per la salute, le ragioni dietro la tua voglia di provare un gusto salato. C’è molto più da sapere di quanto sembri sul sale.

Continua a leggere per saperne di più su questo ingrediente semplice ma ampiamente utilizzato.

Cosa è il sale e da dove viene

La maggior parte del sale che mangi proviene dall’acqua di mare o viene estratto dal profondo della terra.

L’acqua di mare viene deviata in uno stagno di evaporazione poco profondo collegato da canali artificiali. Lo stagno si riempie di acqua e, attraverso il naturale processo di evaporazione, l’acqua scompare lentamente, lasciando il sale da raccogliere.

Il sale sotterraneo (da cui il sale grosso) viene estratto praticando un foro nella roccia e usando macchinari per rompere il sale in pezzi. Altrimenti i minatori possono anche iniettare acqua forzata per dissolvere il minerale ed estrarlo così.

In questo secondo caso il risultato finale è una soluzione di sale liquido che viene pompata e trattenuta in un serbatoio di evaporazione. Il liquido evapora, e il sale resta.

Per alcune persone, il sale non è altro che un ingrediente nei loro piatti preferiti. Ma il sale non aggiunge solo sapore agli alimenti. Il corpo ha bisogno di sale e il sale svolge un ruolo importante nella conservazione del cibo.

I cacciatori, nei tempi antichi, spesso uccidevano più prede di quante ne potessero consumare in breve tempo. Per proteggere il cibo da batteri, muffe e deterioramento, spargevano del sale sulla carne per estrarne l’umidità e mantenerla fresca per un periodo di tempo più lungo.

In passato il sale ha anche conservato i cadaveri, ed è stato utilizzato nel processo di mummificazione. A causa dell’elevata domanda nelle civiltà antiche, il sale fu tassato pesantemente, commerciato e persino usato come una forma di valuta.

Qual è la differenza tra sodio e sale

È possibile utilizzare i termini sodio e sale in modo intercambiabile, ma ci sono differenze tra i due.

Il sale è un minerale naturale composto da due elementi: sodio e cloruro.

Il sale contiene circa il 40% di sodio e il 60% di cloruro.

Benefici per la salute: abbiamo bisogno di sale (ma non troppo)

Spesso, i medici suggeriscono di mangiare meno sale per ridurre l’assunzione di sodio, perché la maggior parte delle persone ne assume troppo senza nemmeno farci caso.

Sebbene sia una buona idea tenere d’occhio la quantità di sale nella tua dieta, il sale non va evitato del tutto, poiché questo minerale svolge un ruolo importante nel funzionamento del tuo corpo.

Ecco uno sguardo ai motivi per i quali hai bisogno di sale nella tua dieta.

Aiuta il corretto funzionamento della tiroide

La tua tiroide svolge un ruolo importante nel metabolismo. Ma per far funzionare correttamente la tiroide, il tuo corpo ha bisogno dello iodio minerale, che si trova in molti alimenti. Una carenza di iodio impedisce al corpo di produrre abbastanza dell’ormone tiroideo.

I sintomi di una carenza di iodio comprendono ingrossamento della tiroide, costipazione, affaticamento e sensibilità al freddo. Poiché lo iodio viene anche aggiunto alla maggior parte dei sali (sono etichettati “iodati”), avere un po ‘di sale iodato nella dieta può aiutare la tua tiroide a funzionare correttamente.

Mantiene il corpo idratato

Il sale tutela anche i livelli di idratazione e l’equilibrio elettrolitico necessari per il corretto funzionamento degli organi. Le tue cellule, muscoli e tessuti hanno bisogno di acqua e il sale aiuta queste parti del tuo corpo a mantenere la giusta quantità di liquido. Un’idratazione inadeguata può causare disidratazione, rendendoti più predisposto a crampi muscolari, vertigini e affaticamento.

Previene la bassa pressione sanguigna

Una quantità inadeguata di sodio nella dieta può anche portare a bassa pressione sanguigna (ipotensione). I segni di bassa pressione sanguigna includono vertigini, nausea, svenimenti e vista sfocata.

Migliora i sintomi della fibrosi cistica

Le persone che vivono con fibrosi cistica perdono più sale nel loro sudore rispetto alla media. Hanno bisogno di più acqua e sale nella loro dieta per evitare la disidratazione. Se hai questa condizione, consulta il tuo medico per vedere di quanto sale hai bisogno ogni giorno in base al tuo livello di attività. I requisiti variano, ma alcune persone potrebbero aver bisogno di fino a 6.000 milligrammi (mg) di sodio al giorno.

Quanto sale al giorno va bene e quanto è troppo

Un singolo cucchiaino di sale da cucina contiene circa 2,325 mg di sodio, che è già oltre il limite giornaliero raccomandato di 2.300 per adulti e bambini.

In più ci sono alcune persone che dovrebbero ridurre ulteriormente l’assunzione di sodio, consumandone non più di 1.500 mg al giorno. Questo limite è raccomandato per esempio per tutti coloro che hanno il diabete, soffrono di ipertensione (ipertensione) o di malattie renali croniche.

Rischi per la salute se si mangia troppo sale

Ora che sai come il sale può aiutarti, ecco uno sguardo a quando un consumo eccessivo di sale può farti del male.

Aumenta la ritenzione idrica

Se mangi troppo sale, i reni potrebbero non essere in grado di filtrare il sodio in eccesso dal flusso sanguigno. Il sodio si accumula nel tuo sistema e il tuo corpo trattiene acqua extra nel tentativo di diluire il sodio. Ciò può causare ritenzione idrica e gonfiore.

Danni alla salute cardiovascolare

L’eccesso di acqua nel corpo può aumentare la pressione sul cuore e sui vasi sanguigni, provocando l’ipertensione. Questa è una delle principali cause di infarto e ictus. Il rischio di malattie cardiache è maggiore quando una dieta ricca di sodio è accompagnata da una dieta povera di potassio. Il potassio aiuta a espellere il sodio dal corpo e aiuta a rilassare i vasi sanguigni.

Maggiore rischio di osteoporosi

Più sale mangi, più calcio il tuo corpo perde attraverso la minzione. E sfortunatamente, se non hai abbastanza calcio nella tua dieta, il corpo lo prenderà dalle tue ossa, aumentando il rischio di problemi ossei, come l’osteoporosi.

Può aumentare il rischio di cancro allo stomaco

Ci sono anche prove che suggeriscono che una dieta ricca di sali aumenta il rischio di cancro allo stomaco, e questo secondo uno studio pubblicato nel 2014 sulla rivista Cancer Treatment and Research e precedenti ricerche pubblicate sul British Journal of Cancer.

Il desiderio del sale aumenta se hai una dieta ricca di sale

Anche se conosci l’importanza di ridurre l’assunzione di sodio, è più facile a dirlo che a farlo.

Potrebbe essere uno shock interrompere bruscamente le tue abitudini alimentari basate su una dieta molto salata, ma quel che devi assolutamente sapere è che il sale crea dipendenza. In effetti, alcuni studi hanno scoperto che il sale stimola il cervello allo stesso modo delle sigarette e delle droghe; uno di questi studi è quello pubblicato sulla rivista Psychological Behaviour. Quindi più mangi cibi salati, più finirai col desiderarlo. Questo può spiegare perché è difficile mangiare solo una patatine e riporre il pacco nel mobile come se nulla fosse successo.

Tieni presente che le voglie ingestibili di sale possono anche essere un segno di un problema medico. Potresti avere un’insufficienza surrenalica causata dalla malattia di Addison o un raro problema renale chiamato sindrome di Bartter. Vale la pena consultare il proprio medico se le voglie persistono o si intensificano sempre più.

Suggerimenti per seguire una dieta povera di sale

Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a ridurre l’apporto di sodio e mangiare meno sale.

  1. Mangia più frutta e verdura fresca. Salta i cibi trasformati, come salumi, conserve, cibi insaccati e cibi surgelati e trascorri più tempo nel corridoio di produzione.
  2. Leggi le etichette. Non acquistare prodotti in scatola o prodotti trasformati con più di 200 mg di sodio per porzione. Tieni presente che un prodotto etichettato “senza sale” può contenere altri ingredienti che contengono sodio.
  3. Cuoci senza sale. Sperimenta con erbe e spezie per aromatizzare, come origano, aglio, timo, peperoncino in polvere, rosmarino e qualsiasi altro condimento nell’armadio. Evita anche di portare del sale a tavola.
  4. Prepara il tuo cibo. I piatti dei ristoranti contengono maggiori quantità di sodio per mantenere il cibo fresco. Cucina tu stesso il tuo cibo per controllare il sodio. Prima di mangiare fuori, controlla il menù del ristorante online per controllare se preparino piatti a basso contenuto di sale.
  5. Fai attenzione alle fonti naturali di sodio. Carne, latticini, pane e crostacei contengono tutti sodio, quindi assicurati di regolare l’assunzione di questi alimenti se stai osservando un regime restrittivo sul sale.

Suggerimenti per la selezione e la conservazione del sale

Troppa umidità e un freddo eccessivo possono rendere grumoso il sale. Inoltre, non conservare il sale in un contenitore d’argento. Un contenitore d’argento può diventare verde quando vi si riponga il sale all’interno e contaminare il sale stesso. Meglio un contenitore di vetro.

Il sale giusto può esaltare il sapore di un piatto non è sempre lo stesso. Ma prima di poter scegliere quello giusto, devi capire i diversi tipi di sale che hai a disposizione. Ne esistono davvero molti e anche se a prima vista potrebbero sembrarti tutti uguali ti assicuriamo che non lo so affatto.

Sale marino

Poiché questo sale ha cristalli più grandi, è una scelta eccellente per diversificare la consistenza dei tuoi pasti. Basta essere consapevoli del fatto che contiene tanto sodio quanto altri tipi di sale.

Sale da tavola (o sale comune)

Questo sale è facilmente identificabile dai suoi grani piccoli e fini. Poiché si dissolve rapidamente, viene spesso utilizzato per condire carne e aggiungere sapore all’acqua della pasta (anche se in Italia preferiamo usare il sale doppio in questo caso). Questo è il tipo di sale che è comunemente iodato, specialmente sulle tavole dei ristoranti.

Kosher Salt (sale in scaglie)

Con la sua consistenza ampia e sottile, il kosher è preferito dai cuochi professionisti per condire bistecche, braciole di maiale e altre carni.

Sale rosa dell’Himalaya

Un’ottima selezione per aggiungere sapore a pesce, pollame e verdure. Ha un sapore generalmente più intenso, si avverte maggiormente sulle pietanze e la percezione del gusto è particolarmente accentuata.

Sale marino hawaiano rosso e nero

Realizzati con argilla vulcanica e carbone attivo, questi sali sono comunemente usati nelle cucine hawaiane.

Sale marino affumicato

Aggiunge sapore al barbecue, questo è l’uso che se ne fa generalmente nei paesi statunitensi americani. Può anche essere cosparso su popcorn, verdure, insalate e panini.

Sale grigio

Questo sale di colore grigiastro viene spesso utilizzato nelle ricette francesi.

Modi intelligenti per aggiungere sale ai piatti cucinati in casa

Ecco alcuni consigli utili quando si cucina con il sale.

  1. Salare le verdure prima della cottura per estrarre i succhi (come con le cipolle caramellate), salarle invece dopo la cottura per ottenere una consistenza più solida.
  2. L’acqua salata impiega più tempo a bollire. Aggiungi sale all’acqua dopo che inizia a bollire.
  3. Alcune salse contengono un’elevata quantità di sodio. Non aggiungere immediatamente ulteriore sale durante la cottura. Lascia prima cuocere la salsa. Assaggia il cibo dopo che il piatto ha terminato la cottura, quindi aggiungi ulteriore sale se necessario. La salatura del cibo può cambiare mentre si cucina.
  4. Salare il cibo da una distanza di circa 25 centimetri in modo da poter vedere la quantità che si sta aggiungendo più chiaramente.
  5. Alcune carni sono naturalmente ricche di sale, come pesce e maiale. Usa il sale con parsimonia durante la preparazione di questi elementi. Un esempio pratico solo le acciughe che risultano già piuttosto salate.
  6. Se si sala eccessivamente un piatto liquido, aggiungere acqua al piatto e una patata per ridurre la salatura.

Scelte alimentari sane quando si ha voglia di sale

In vena di qualcosa di salato? Non c’è niente di sbagliato nel soddisfare un desiderio occasionale. Assicurati solo di scegliere spuntini più sani o che contengano meno sale rispetto ai classici insaccati o le tipiche patatine e popcorn, e dai un limite alle dimensioni delle porzioni.

Puoi comunque soddisfare le tue voglie con, ad esempio:

  • popcorn senza sale o burro,
  • hummus e carote (o un’altra verdura),
  • edamame con pochissimo sale aggiunto,
  • arachidi non salate, anacardi o mandorle,
  • mele e burro d’arachidi,
  • olive o sottaceti (basta essere consapevoli delle dimensioni della porzione, poiché sono cariche di sale),
  • patatine fritte (giusto un piccolo pugno),
  • chips di cavolo.

Altri impieghi del sale

Oltre ai classici usi culinari, il sale può assumere ruoli al di fuori della cucina, vediamo quali.

Rimuove la ruggine

Applicare uno strato di sale e succo di limone su un oggetto arrugginito. Strofinare sull’elemento e lascialo riposare per circa un’ora. Risciacquare e asciugare. Ripetere se necessario.

Aiuta a prolungare la conservazione del latte

Aggiungi un pizzico di sale al latte per mantenerlo più fresco più a lungo. Tieni presente che ciò aumenterà anche il sodio all’interno del latte, quindi salta questo consiglio se stai osservando una dieta povera di sodio.

Allontana le formiche

Cospargi di sale i davanzali delle finestre e le porte per impedire alle formiche di entrare in casa.

Pulisce i denti

Combina una parte di sale fine con due parti di bicarbonato di sodio per un dentifricio fatto in casa.

Uccide erba ed erbacce

Cospargi di sale le fughe delle mattonelle da giardino o le crepe sul cemento o sul patio per impedire la crescita di erba ed erbe infestanti.

Rimuove le macchie

Cospargi il sale sul tappeto per assorbire le macchie di vino rosso, quindi pulisci il tappeto con acqua e sapone. Puoi anche usare il sale per rimuovere le macchie dalle tazze e il grasso dalle pentole o dal forno.

È un esfoliante per la pelle

Usa uno scrub al sale per esfoliare e rimuovere le cellule morte della pelle (viso, piedi, gambe, ecc.).

Aiuta a lenire il mal di gola

Aggiungi un cucchiaino a ½ tazza di acqua calda. Fai dei gargarismi con la miscela di acqua salata per alleviare il mal di gola.

Ti fidi dei rimedi naturali?

Vuoi conoscere nuovi modi per dimagrire, credi nel potere della natura e vuoi avere informazioni su tutto ciò che riguarda il benessere di corpo e mente?

Lascia la tua e-mail!

Complimenti! Iscrizione avvenuta con successo.