Patologie

Vulvodinia

dolore vulva img

È un disturbo che si manifesta con caratteristico dolore vulvare, ossia nell’area esterna dei genitali di una donna. La vulvodinia provoca forte dolore, bruciore e prurito della vulva.

Cause

La causa esatta della vulvodinia non è nota. I ricercatori stanno lavorando per saperne di più sulla condizione. Le cause possono includere:

  • irritazione o lesioni ai nervi della vulva,
  • cambiamenti ormonali,
  • reazione esagerata nelle cellule vulvari a infezione o lesioni,
  • fibre nervose aggiuntive nella vulva,
  • deboli muscoli del pavimento pelvico,
  • allergie a determinati prodotti chimici,
  • fattori genetici che causano sensibilità o reazione esagerata all’infezione o all’infiammazione.

Sintomi

Potrebbero verificarsi sintomi tutto o solo una parte del tempo. A volte, potresti avvertire dolore nell’area tra la vagina e l’ano (perineo) e all’interno delle cosce.

La vulvodinia può verificarsi negli adolescenti o nelle donne adulte. Le donne con vulvodinia spesso lamentano dolore durante l’attività sessuale. Ciò può accadere dopo aver fatto sesso per la prima volta. O può succedere anni dopo aver avuto una regolare attività sessuale.

Esistono due tipi principali di vulvodinia che adesso vi illustreremo.

Vulvodinia localizzata

Questo è un dolore che si manifesta in una sola area della vulva, di solito all’apertura della vagina (vestibolo). Il dolore si verifica spesso in seguito a una certa pressione nell’area, come causato dai rapporti sessuali, dall’inserimento di un tampone stando sedute per lungo tempo.

Vulvodinia generale

Questo è un dolore localizzato in diverse aree della vulva. Il dolore è abbastanza costante, con alcuni periodi di sollievo. La pressione sulla vulva, come stare seduti a lungo o indossare pantaloni attillati, può peggiorare i sintomi.

Diagnosi

Il tuo medico eseguirà un esame fisico e farà domande sulla tua storia medica. Lo specialista può eseguire un test delle urine per escludere un’infezione del tratto urinario. Potresti dover fare altri test per escludere un’infezione da candida o una malattia della pelle.

Durante un particolare tipo di test, il fornitore applicherà una leggera pressione su diverse aree della vulva e ti chiederà di valutare il tuo livello di dolore. Ciò contribuirà a identificare aree specifiche di dolore.

La vulvodinia viene diagnosticata quando tutte le possibili cause sono state escluse.

Trattamento

L’obiettivo del trattamento è ridurre il dolore e alleviare i sintomi. Nessun trattamento funziona per tutte le donne. Potrebbe anche essere necessario più di un tipo di trattamento per gestire i sintomi.

È possibile che vengano prescritti farmaci per alleviare il dolore, tra cui:

  • anticonvulsivanti,
  • antidepressivi,
  • oppiacei,
  • creme o unguenti topici, come unguento alla lidocaina e crema agli estrogeni

Altri trattamenti e metodi che possono aiutare includono:

  • fisioterapia per rafforzare i muscoli del pavimento pelvico,
  • iniezioni direttamente nei blocchi nervosi per ridurre il dolore neurologico,
  • terapia cognitivo-comportamentale per aiutare a gestire i propri sentimenti ed emozioni di sconforto,
  • cambiamenti dietetici per evitare cibi con ossalato, tra cui spinaci, barbabietole, arachidi e cioccolato,
  • agopuntura con un professionista che abbia familiarità con il trattamento della vulvodinia,
  • altre pratiche medicinali complementari come la meditazione.

I cambiamenti nello stile di vita possono aiutare a prevenire i fattori scatenanti della vulvodinia e alleviare i sintomi. Pertanto i suggerimenti sono:

  • non utilizzare docce o saponi o oli che possono causare infiammazioni,
  • indossare tutti gli indumenti intimi in cotone e non utilizzare ammorbidenti per lavarli,
  • usa un detersivo per bucato per pelli sensibili,
  • evitare i vestiti attillati,
  • evitare attività che mettono sotto pressione la vulva, come andare in bicicletta o a cavallo,
  • evitare i bagni caldi nella vasca,
  • usare una carta igienica morbida e incolore e lavarsi con acqua fresca dopo aver urinato,
  • utilizzar asciugamani di cotone,
  • utilizzare lubrificante idrosolubile durante i rapporti sessuali,
  • urinare dopo aver fatto sesso per evitare infezioni del tratto urinario e lavare la zona con acqua fresca.

Alcune donne con vulvodinia localizzata potrebbero aver bisogno di un intervento chirurgico per alleviare il dolore. L’intervento chirurgico rimuove la pelle e i tessuti interessati dall’apertura vaginale. L’intervento viene eseguito solo se tutti gli altri trattamenti non hanno funzionato.

Possibili complicazioni

La vulvodinia è una malattia complicata. Potrebbero essere necessarie settimane o mesi per alleviare il dolore. Il trattamento potrebbe non alleviare tutti i sintomi. Una combinazione di trattamenti e cambiamenti nello stile di vita può funzionare meglio per aiutare a gestire la malattia.

Avere questa condizione può avere un impatto fisico ed emotivo devastante. Ciò può causare una serie di conseguenze secondarie non da poco.

  • Depressione e ansia
  • Problemi nelle relazioni personali
  • Difficoltà a dormire
  • Problemi sessuali

Lavorare con un terapista può aiutare le donne affette da questa condizione a far fronte a una condizione cronica difficile da gestire.

Ti fidi dei rimedi naturali?

Vuoi conoscere nuovi modi per dimagrire, credi nel potere della natura e vuoi avere informazioni su tutto ciò che riguarda il benessere di corpo e mente?

Lascia la tua e-mail!

Complimenti! Iscrizione avvenuta con successo.