Patologie

Ovaio policistico (Policistosi ovarica)

ovaio policistico img

La sindrome dell’ovaio policistico (anche nota come policistosi ovarica) è una malattia in cui una donna ha livelli molto alti di ormoni (androgeni). A causa di questo aumento degli ormoni possono verificarsi molti problemi secondari.

  • Irregolarità mestruali
  • Infertilità
  • Problemi della pelle come acne e crescita di peli
  • Aumento del numero di piccole cisti nelle ovaie

Cause

La sindrome dell’ovaio policistico è collegata ai cambiamenti nei livelli ormonali che rendono difficile il rilascio di ovuli maturi per le ovaie. Le ragioni di questi cambiamenti non sono chiare, a differenza degli ormoni colpiti che invece sono stati ben identificati e di conseguenza elencati di seguito.

  • Estrogeni e progesterone, gli ormoni femminili che aiutano le ovaie di una donna a rilasciare ovuli.
  • Androgeni, tipici ormoni maschile presenti in piccole quantità nelle donne.

Normalmente, uno o più ovuli vengono rilasciati durante il ciclo mestruale di una donna, noto come ovulazione. Nella maggior parte dei casi, il rilascio degli ovuli avviene circa due settimane dopo l’inizio del ciclo mestruale.

Nella sindrome dell’ovaio policistico, gli ovuli maturi non vengono rilasciati. Invece, rimangono nelle ovaie circondati da una piccola quantità di liquido. Ce ne possono essere molti. Tuttavia, non tutte le donne che soffrono di questa condizione avranno ovaie con questo aspetto.

Questi problemi con il rilascio degli ovuli possono contribuire alla sterilità. Gli altri sintomi di questo disturbo sono dovuti ai livelli elevati di ormone maschile.

Il più delle volte, la sindrome dell’ovaio policistico viene diagnosticata nelle donne di 20 o 30 anni circa. Tuttavia, può anche interessare le ragazze adolescenti. I sintomi spesso iniziano quando si presentano i primi periodi mestruali di una ragazza. Le donne con questo disturbo hanno spesso una madre o una sorella con sintomi simili.

Sintomi

I sintomi della sindrome dell’ovaio policistico includono cambiamenti nel ciclo mestruale e tutta una catena di altri sintomi molto specifici.

  • Assenza del periodo mestruale dopo aver avuto uno o più periodi mestruali normali durante la pubertà (amenorrea secondaria).
  • Periodi mestruali irregolari, che possono essere intermittenti e possono variare da molto leggeri a molto abbondanti.
  • Peli corporei extra che crescono sul torace, sull’addome e sul viso, nonché intorno ai capezzoli.
  • Acne su viso, petto o schiena.
  • Cambiamenti nella pelle come segni spessi o scuri e pieghe della pelle intorno alle ascelle, all’inguine, al collo e al seno.

Lo sviluppo delle caratteristiche maschili non è tipico della sindrome dell’ovaio policistico e può far coincidere con un problema diverso, anche se molto spesso queste diagnosi si accavallano tra loro.

Test ed esami diagnostici

Il tuo medico eseguirà un esame fisico, che include un esame pelvico, per capire se e come approfondire la diagnosi.

I segni che possono far pensare a un ovaio policistico sono:

  • ovaie sono ingrossate e che hanno piccole cisti visibili tramite ecografia,
  • infiammazione del clitoride (non comune).

Altri elementi cardine di questa sindrome sono invece:

  • insulino-resistenza e diabete,
  • alta pressione sanguigna,
  • colesterolo alto,
  • aumento di peso e obesità.

Gli esami del sangue possono essere eseguiti per controllare i livelli ormonali, e possono includere:

  • livello di estrogeni,
  • ormone follicolo stimolante,
  • ormone luteinizzante,
  • livello di testosterone.

Altri esami del sangue che possono essere eseguiti includono:

  • glucosio a digiuno (glicemia) e altri test per intolleranza al glucosio e resistenza all’insulina,
  • livelli lipidici,
  • gonadotropina corionica umana,
  • livelli di prolattina,
  • test di funzionalità tiroidea.

Trattamento e cura

L’aumento di peso e l’obesità sono comuni nelle persone con sindrome dell’ovaio policistico. Perdere peso, anche in piccole quantità, può aiutare a trattare questa condizione.

Le operazioni, preliminari e non, da fare sono semplici e grossomodo analoghe per tutti i casi.

  • Bisogna rivedere l’assetto ormonale e regolarlo, ove possibile, con i farmaci.
  • Intervenire sui problemi di salute pre-esistenti come diabete, ipertensione o colesterolo alto, che combinati alla patologia in questione possono peggiorare il quadro clinico complessivo.
  • Il medico specialista può prescrivere pillole anticoncezionali per rendere più regolari il ciclo mestruale, tali pillole possono anche aiutare a ridurre la crescita anormale dei peli e la comparsa dell’acne se si assumono per alcuni mesi.
  • Una laparoscopia pelvica può essere eseguita per trattare un’ovaia al fine di trattare la sterilità; in questo modo si migliora la possibilità dell’organo di rilasciare ovuli (con effetto temporaneo).

Ti fidi dei rimedi naturali?

Vuoi conoscere nuovi modi per dimagrire, credi nel potere della natura e vuoi avere informazioni su tutto ciò che riguarda il benessere di corpo e mente?

Lascia la tua e-mail!

Complimenti! Iscrizione avvenuta con successo.