Superalimenti

Zenzero, i 14 benefici più famosi

zenzero tritato in coppetta

Lo zenzero deve la sua particolarità ai composti bioattivi che contiene. Questi offrono una serie di benefici e promuovono il benessere. È delle molte virtù dello zenzero che parleremo in questo articolo.

Cosa è lo zenzero

Lo zenzero è una delle spezie più utilizzate al mondo.

È il rizoma di una pianta (Zingiber officinale) della stessa famiglia di curcuma, alpinia galanga e cardamomo. Come la curcuma e il cardamomo, fa parte del curry in polvere.

Lo zenzero ha un sapore distinto e pronunciato. Non ne serve molto per insaprorire i piatti o preparare una buona infusione con lo zenzero. Il suo gusto domina rapidamente gli altri sapori di un piatto. È meglio usarlo con parsimonia.

Il composto fenolico responsabile del sapore pungente dello zenzero è il gingerolo.

Questi chetoni sono accreditati per essere portatori diversi benefici per la salute. Torneremo su questo un po’ più avanti però.

Usi e modi di consumare lo zenzero

Lo zenzero può essere acquistato in molte forme. Zenzero fresco o zenzero macinato può essere trovato in qualsiasi supermercato.

Il sapore dello zenzero macinato è un po’ più forte di quello dello zenzero fresco.

Ci sono anche birra allo zenzero, ginger ale, zenzero candito, sciroppo di zenzero, liquore allo zenzero e zenzero marinato.

Lo zenzero contraddistingue i piatti di molte cucine asiatiche. Viene utilizzato anche per il tè e deliziose infusioni.

Storia dello zenzero

In Cina e in India, lo zenzero è stato usato in medicina per almeno 5.000 anni. Gli usi medicinali di questa pianta unica sono stati sperimentati e noti in altre parti dell’Asia e del mondo arabo per un tempo molto lungo.

Lo zenzero è, con tutta probabilità, originario del sud-est asiatico.

La radice di zenzero è arrivata nel Mediterraneo nel I° secolo dall’India. Lo zenzero era un importante prodotto di esportazione infatti.

Sotto l’Impero Romano, lo zenzero era popolare per i suoi usi medicinali, in particolare per il trattamento di problemi gastrici e intestinali, disturbi digestivi, influenza e dolori muscolari. Con la caduta dell’impero romano lo zenzero tuttavia cadde in qualche modo nell’oblio.

Lo zenzero non cresce in Europa. La sua coltura ha bisogno di un clima tropicale. Nell’Europa medievale lo zenzero veniva importato dai paesi arabi. Era un prodotto molto costoso. Una libbra di zenzero era costosa come una pecora viva.

Gli spagnoli portarono lo zenzero nelle Americhe. A quel tempo, lo zenzero candito era una dolcezza molto popolare in Europa, riservata ai più fortunati.

Lo zenzero è sempre stato una delle piante più commercializzate del mondo.

I benefici dello zenzero

È molto interessante avere tutte queste informazioni sullo zenzero ma ciò che veramente ci interessa sono i numerosi benefici dello zenzero.

Lo zenzero ha molte applicazioni farmacologiche e il suo uso è generalmente sicuro.

Tuttavia c’è ancora molta incertezza sulle proprietà dello zenzero. Questo è il motivo per cui è necessaria una certa cautela se si desidera utilizzare lo zenzero come integratore alimentare.

Non decidere mai da solo di prendere lo zenzero per sostituire i farmaci che sono stati prescritti per te da un medico. Chiedi sempre al tuo medico un consiglio.

Come nel caso di molte piante medicinali, ciò che si sente sullo zenzero e le sue virtù si basa spesso su informazioni ed esperienze trasmesse di generazione in generazione. Non ci sono sempre studi scientifici controllati per convalidare le proprietà per cui questa radice sia nota.

Fortunatamente, negli ultimi anni, le proprietà dello zenzero sono state oggetto di molte ricerche scientifiche.

In questo articolo ci concentreremo esclusivamente sui comprovati benefici dello zenzero.

Per godere dei benefici dello zenzero puoi mangiare zenzero fresco, macinato, sotto forma di estratto o olio.

È sbagliato credere che lo zenzero fresco sia il più efficace. Il riscaldamento e l’essiccazione portano alla trasformazione di composti attivi che ne estendono le proprietà terapeutiche.

Quindi lo zenzero macinato è fino a 10 volte più ricco di composti organici attivi rispetto allo zenzero fresco.

Beneficio 1: riduce l’infiammazione

L’infiammazione è una reazione del corpo alle irritazioni provenienti da varie cause (tipo le infezioni) e alle lesioni. Ad esempio, le cause più comuni sono le infiammazioni dovute a virus, batteri, funghi e reazioni autoimmuni.

A causa del nostro stile di vita occidentale, molte persone soffrono di infiammazione cronica di basso grado.

Questo tipo di infiammazione è una minaccia per la salute. L’infiammazione cronica di basso grado aumenta il rischio di diabete di tipo 2, cancro e malattie cardiovascolari.

Il gingerolo, il principale composto bioattivo dello zenzero, ha potenti proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti.

Beneficio 2: calma la nausea

Una delle più antiche applicazioni dello zenzero è nella sua lotta alla nausea. È un rimedio molto efficace contro la nausea e il vomito infatti.

Lo zenzero può essere usato in caso di chinetosi, nausea mattutina e addirittura nausea dovuta a chemioterapia.

Uno studio sui turisti durante una gita in mare aperto per vedere le balene ha dimostrato che lo zenzero era efficace contro il mal di mare sotto forma di compresse.

Uno studio sulle donne in gravidanza ha mostrato che lo zenzero riduceva l’intensità della nausea mattutina.

Un altro studio ha dimostrato che l’assunzione di zenzero durante la gravidanza non ha prodotto effetti collaterali indesiderati.

Anche se la riduzione della nausea mattutina durante la gravidanza può richiedere alcuni altri cambiamenti nello stile di vita. Ad esempio:

  • Evitare cibi grassi e piccanti
  • Mangiare piccoli pasti regolarmente
  • Rimanere idratate
  • Dormire almeno 7 ore a notte

Beneficio 3: riduce il dolore associato all’osteoartrite

L’osteoartrosi è una malattia reumatica caratterizzata dalla rottura della cartilagine che viene prima assottigliata e ammorbidita. La cartilagine si consuma e si ripara male.

Le zone più soggette a dolore nell’osteoartrite sono i piedi, le ginocchia, i fianchi, le mani, la schiena e il collo. Questo dolore a volte si irradia e si estende oltre l’articolazione.

In uno studio su persone con osteoartrosi del ginocchio è stato dimostrato che lo zenzero calmava il dolore. I partecipanti avevano bisogno di meno farmaci addirittura.

Non è chiaro come lo zenzero lenisca il dolore associato all’osteoartrite. Inoltre, alcuni test sugli animali non vanno affatto in questa direzione. Detto questo, probabilmente vale la pena provare lo zenzero se si soffre di dolore dovuto all’osteoartrosi.

Beneficio 4: utile in caso di diabete

Lo zenzero provoca una diminuzione della glicemia e dell’HbA1c.

Inoltre, lo zenzero aumenta la sensibilità all’insulina.

Uno studio su piccola scala di persone con diabete di tipo 2 ha mostrato che lo zenzero porta ad una diminuzione dei marcatori di rischio per le malattie cardiovascolari.

Beneficio 5: lenisce il dolore mestruale

Lo zenzero è un rimedio tradizionale per il dolore mestruale. Uno studio ha confrontato gli integratori di zenzero con l’ibuprofene e l’acido mefenamico.

L’acido mefenamico è usato per alleviare cicli mestruali dolorosi.

Questo studio ha concluso che lo zenzero è efficace per alleviare il dolore come l’acido mefenamico e come l’ibuprofene.

Beneficio 6: diminuisce il colesterolo

Uno studio ha dimostrato che l’assunzione di capsule di zenzero riduce significativamente il colesterolo cattivo LDL e VLDL. In questo studio, i partecipanti dovevano assumere 3 g di zenzero 3 volte al giorno che è una dose significativa.

Uno studio sui ratti ha confermato che lo zenzero può abbassare i livelli di colesterolo e trigliceridi.

Beneficio 7: promuove la prevenzione del cancro

Il gingerolo, presente in grandi quantità nello zenzero, può avere proprietà anti-cancro.

Lo zenzero sarebbe efficace nella lotta contro il cancro al pancreas e il cancro ovarico. Tuttavia, le prove rimangono limitate.

Beneficio 8: migliora le funzioni cognitive

Uno studio su piccola scala di donne di mezza età sane ha mostrato che l’estratto di zenzero migliorava la reattività e la memoria.

Beneficio 9: protegge contro il morbo di Alzheimer

La malattia di Alzheimer è una forma di demenza. È una malattia che si sviluppa gradualmente. All’inizio si manifesta con amnesie a breve termne poi la memoria si deteriora a poco a poco.

Sfortunatamente, la causa del morbo di Alzheimer è ancora sconosciuta e non è stato ancora trovato un trattamento efficace. È noto, tuttavia, che lo stress ossidativo e l’infiammazione aumentano il rischio di soffrire del morbo di Alzheimer.

Diversi test sugli animali mostrano che gli antiossidanti e i componenti bioattivi presenti nello zenzero riducono l’infiammazione cerebrale.

Altri test sugli animali mostrano che lo zenzero aiuta a combattere i danni cerebrali legati all’età.

Tuttavia, c’è ancora molto lavoro di ricerca da fare sugli esseri umani, molti degli effetti sono stati stabiliti solo attraverso esperimenti sugli animali. Questo vale anche per un’altra pianta della stessa famiglia dello zenzero: la curcuma.

La curcuma dà addirittura speranza per un possibile trattamento per il morbo di Alzheimer.

Beneficio 10: protegge dalle infezioni

Lo zenzero impedisce lo sviluppo di diversi tipi di batteri.

Lo zenzero è molto efficace nel contrastare infezioni gengivali come gengiviti e parodontiti. Questo è di nuovo grazie al gingerolo a cui deve il suo effetto anti-infiammatorio.

La gengivite è un’infiammazione del bordo delle gengive causata dalla placca dentale su denti anteriori e soprattutto molari. Se questa infiammazione si estende al parodonto (tutti i tessuti di supporto dei denti) si chiama parodontite.

Lo zenzero fresco sembra anche inibire le infezioni da RSV. L’RSV (virus respiratorio sinciziale umano) è una causa di infezioni respiratorie meno nota ma non meno importante.

Beneficio 11: promuove la perdita di peso

Lo zenzero prolunga la sazietà dopo i pasti. Questo effetto è stato dimostrato in uno studio in cui i partecipanti (in sovrappeso) hanno dovuto bere una soluzione di zenzero macinato diluito in acqua calda.

La sazietà, quando venga resa più duratura, riduce il desiderio di spuntini tra i pasti.

Beneficio 12: allevia la diarrea

Uno studio condotto nel 2015 ha scoperto che lo zenzero può essere usato per trattare la diarrea e altri disturbi addominali.

Questo studio era condotto specificamente sul trattamento della diarrea causata dalla contaminazione del cibo.

Beneficio 13: utile in caso di asma

Lo zenzero è stato usato per secoli per combattere malattie respiratorie come l’asma.

L’asma è una patologia che indica eccessiva irritabilità o iperreattività delle vie respiratorie a causa di infiammazione cronica delle vie aeree.

Le vie aeree si contraggono e si restringono causando problemi respiratori.

Un recettore del calcio (CaSr) è il cuore dell’infiammazione cronica delle vie aeree. Nelle persone con asma questo recettore diventa iperattivo.

La ricerca mostra che i composti di zenzero riducono la sensibilità di questo recettore. Lo zenzero potrebbe quindi essere di grande aiuto nel trattamento dell’asma e di altre reazioni allergiche.

Beneficio 14: allevia le emicranie

I ricercatori hanno confrontato l’efficacia dello zenzero macinato con quella del sumatriptan. Il sumatriptan è un antidolorifico prescritto in caso di emicrania o cefalea a grappolo.

Lo studio ha riscontrato che i partecipanti erano altrettanto soddisfatti degli estratti di zenzero come del sumatriptan. Gli estratti di zenzero avevano il vantaggio di non causare alcun effetto collaterale.

Benefici non confermati dello zenzero

Lo zenzero è famoso per essere accreditato con una serie di benefici anche in assenza o insufficienza di prove scientifiche.

La mancanza di prove scientifiche non significa necessariamente che lo zenzero non abbia questi benefici. È anche possibile che la questione non sia mai stata studiata ma sia del tutto vera.

La credenza in queste virtù può probabilmente essere attribuita alle esperienze tramandate di generazione in generazione per secoli.

Lo zenzero non è più efficace di un placebo anche se la combinazione di zenzero con altre piante, tuttavia, ha mostrato una diminuzione dei disturbi delle patologie intestinali, ad esempio.

La colite ulcerosa è un’infiammazione intestinale accompagnata da ulcerazione. In un test sui ratti, l’estratto di zenzero ha dato buoni risultati. Questi risultati possono essere spiegati dal contenuto di antiossidanti dello zenzero e dalle sue proprietà antinfiammatorie. Non è ancora chiaro se l’estratto di zenzero possa aiutare gli esseri umani.

Ecco i benefici non studiati ma noti

  • Migliorerebbe il transito
  • Allevierebbe il gonfiore
  • Migliorerebbe la circolazione sanguigna
  • Avrebbe un effetto disintossicante
  • Migliorerebbe la digestione stimolando la produzione di saliva
  • Allevierebbe l’intestino in caso di irritabilità
  • Ridurrebbe il dolore muscolare (alcuni studi vanno in questa direzione, ma altri dicono il contrario)
  • Stimolerebbe l’appetito
  • Migliorerebbe l’assorbimento delle vitamine dal cibo
  • Aumenterebbe l’energia promuovendo la circolazione del sangue
  • Allevierebbe il bruciore di stomaco
  • Allevierebbe il dolore al petto
  • Allevierebbe il mal di schiena
  • Aumenterebbe la libido
  • Rinfrescherebbe il respiro
  • Rafforzerebbe il sistema immunitario
  • Favorirebbe il trattamento dell’anoressia
  • Favorirebbe il trattamento del colera
  • Favorirebbe il trattamento della malaria
  • Favorirebbe il trattamento dei morsi di serpente velenoso
  • Favorirebbe il trattamento della calvizie
  • Favorirebbe il trattamento del mal di denti

I pericoli dello zenzero

Come con tutte le piante c’è il rischio che lo zenzero interagisca con determinati farmaci. Chiedi consiglio al medico o al farmacista se consumi regolarmente lo zenzero.

L’aspetto degli effetti collaterali legati al consumo di zenzero riguarda un’evenienza rara. Tuttavia, possono verificarsi i seguenti effetti indesiderati quando si consuma una grande quantità di zenzero:

  • dolore addominale
  • bruciore di stomaco
  • flatulenze
  • sensazione di bruciore in bocca (simile a quella provocata da wasabi e pepe nero) anche se è solitamente di breve durata

Molte persone affermano il contrario del secondo punto, cioè che lo zenzero li aiuta ad alleviare il loro bruciore di stomaco, ma non ci sono prove scientifiche a sostegno.

Il consumo di piccole quantità normali di zenzero sembra calmare il bruciore di stomaco mentre il consumo di grandi quantità sembra aggravare i disturbi.

Prodotti farmaceutici

Se stai assumendo medicinali per il trattamento di problemi cardiaci, pressione alta o diabete, chiedi al medico prima di assumere qualsiasi integratore di zenzero.

Calcoli biliari

Se hai calcoli biliari lo zenzero può aggravarne il dolore perché causa una maggiore produzione di bile. Non mangiare zenzero se si hanno problemi di calcoli biliari o cistifellea.

Anticoagulanti

Poiché lo zenzero può fluidificare leggermente il sangue dovresti stare attento quando prendi anticoagulanti. Consultare il proprio medico se si stanno assumendo anticoagulanti è la cosa giusta da fare.

chirurgia
Se stai per subire un intervento chirurgico, dovresti prestare attenzione alle piante come lo zenzero e il ginseng. Questi aumentano il rischio di complicazioni e sanguinamento ( fonte , fonte ).

Dose massima tollerata

Come regola generale, si presume che un’assunzione giornaliera di 3-4 g di estratto di zenzero sia sicura. Per le donne incinte si raccomanda di non superare 1 g di estratto di zenzero al giorno.

Le concentrazioni differiscono da un complemento all’altro; non superare il dosaggio prescritto indicato sulla confezione.

Come integratore alimentare è sufficiente una dose da 0,5 a 2 g di estratto di zenzero al giorno.

Una overdose di zenzero clinicamente rilevata si verifica quando l’assunzione di zenzero supera i 2 g per chilogrammo di peso corporeo.

Lo zenzero non è raccomandato per i bambini sotto i 2 anni.