Rimedi Naturali

Rimedi naturali per il mal di testa

mal di testa tempie

Quando si ha un attacco di emicrania o cefalea, insomma quando si è in preda al mal di testa si cerca instancabilmente una soluzione che possa liberarci quanto prima dal dolore.

Su Internet ci sono molti rimedi casalinghi per combattere questi forti mal di testa, sia che si tratti di attacchi improvvisi che di condizioni croniche.

In questo articolo ti mostreremo una raccolta di tutto quello che ho trovato. Li descriverò e analizzerò perché sono indicati per alleviare il mal di testa.

Sicuramente qualcuno ti sorprenderà.

L’elenco di seguito potrebbe non essere del tutto esaustivo e qualcuno potrebbe aver sperimentato altri metodi validi. Ricordare anche che questi rimedi non intendono sostituire o eliminare alcun trattamento medico. In caso di dubbi, consultare il proprio medico di fiducia è il primo passo per giungere a una diagnosi corretta.

Zenzero

Definizione: lo zenzero è una pianta che raggiunge i due metri di altezza, la cui radice sotterranea è molto apprezzata per il suo aroma e il gusto speziato.

Quando utilizzare questo rimedio: si consiglia di prenderlo solo quando inizia a manifestarsi il fenomeno dell’aura.

Come applicare questo rimedio: diluire un terzo di un cucchiaino di polvere di zenzero sciolta in una tazza d’acqua. Puoi anche bere il tè allo zenzero più volte al giorno o masticare un pezzo di radice di zenzero crudo.

Perché è consigliato: lo zenzero ha proprietà antinfiammatorie ed è per questo che è raccomandato contro l’emicrania, sebbene non vi siano alterazioni del diametro dei vasi sanguigni durante le crisi (che pare siano il fattore scatenante il mal di testa).

Ghiaccio

Definizione: l’ acqua congelata è probabilmente il rimedio casalingo più popolare.

Quando utilizzare questo rimedio: quando il mal di testa è accompagnato da un aumento della temperatura o da una sensazione di calore nella testa.

Come applicare questo rimedio: riempi un sacchetto di ghiaccio e posizionalo sulla testa. Puoi anche immergere un asciugamano in acqua fredda e posizionarlo sulla fronte o sulla parte posteriore del collo. Ovviamente bisogna stare particolarmente attenti con questo rimedio poiché una temperatura troppo bassa non solo potrebbe farci venire un colpo ma potrebbe addirittura indurlo il mal di testa. Un’altra opzione raccomandata è quella di posizionare un impacco di ghiaccio sulla pianta dei piedi tra trenta minuti e un’ora.

Perché è consigliato: può alleviare temporaneamente la spiacevole sensazione di calore nella testa.

Aceto di mele

Definizione: è un tipo di aceto che si ottiene fermentando gli zuccheri nel succo di mela.

Quando utilizzare questo rimedio: preventivamente, prima di soffrire di una crisi di emicrania, quando cioè crediamo che il mal di testa si stia avvicinando.

Come applicare questo rimedio: si consiglia di diluire due cucchiai di aceto in un bicchiere d’acqua. Mescola bene e bevi. Se non sei abituato a prendere l’aceto di mele, inizia con un cucchiaino per aumentare gradualmente la quantità. È importante che il succo sia diluito perché puro è molto acido.

Perché è consigliato: questo prodotto è associato alla disintossicazione del corpo e alla regolarizzazione della pressione alta. Tossine in eccesso e problemi di pressione possono causare mal di testa ma sicuramente non sono l’unica causa di emicrania.

Olio di lavanda

Definizione: la lavanda è un genere di piante con fiori lilla, blu o viola. L’olio di lavanda si ottiene distillando fiori freschi.

Quando utilizzare questo rimedio: nel mezzo di una crisi o preventivamente, non dovrebbe far troppa differenza poiché si tratta di un rimedio sufficientemente efficace da agire in qualsiasi fase.

Come applicare questo rimedio: si consiglia di utilizzare l’olio come aromaterapia e porlo in armadi e stanze per profumare. Può anche essere usato diluendo alcune gocce di olio essenziale in acqua, immergendo un asciugamano nell’acqua profumata e posizionandolo sulla fronte. Un’altra opzione è quella di riscaldare l’acqua e aggiungere alcune gocce di olio essenziale per respirarne successivamente i vapori.

Perché è consigliato: l’olio essenziale di lavanda è noto per la sua capacità sedativa. Pertanto può essere utile per calmarsi quando la crisi è già iniziata, o quando si crede che il proprio mal di testa derivi da un forte stress.

Orgasmo

Ebbene, l’orgasmo può alleviare il dolore. Secondo una ricerca dell’Università di Munster (Germania), oltre la metà dei pazienti di uno specifico studio ha avuto rapporti sessuali durante un attacco di emicrania e questi hanno notato un netto miglioramento e, anche, in uno su cinque il dolore è scomparso addirittura poiché il sesso (soprattutto seguito al momento di massimo piacere) stimola la rilascio di endorfine, antidolorifici naturali che riducono il dolore.

Definizione: l’orgasmo rappresenta lo scarico della tensione sessuale accumulata, una serie di eventi biologici e fisici che innescati in rapida sequenza danno una completa e intensa sensazione di piacere.

Quando utilizzare questo rimedio: poco prima che il mal di testa diventi insopportabile, altrimenti potrebbe essere difficoltoso compiere tutte le manovre necessarie al raggiungimento di un orgasmo.

Come applicare questo rimedio: Ehm, non sono necessarie ulteriori spiegazioni.

Perché è consigliato: alcune persone ottengono un netto miglioramento e persino la scomparsa del mal di testa, finanche di una crisi.

Olio di pesce

Definizione: l’ olio di pesce è attualmente venduto come integratore alimentare sotto forma di capsule, ottenuto dai tessuti di alcune specie di pesci.

Quando utilizzare questo rimedio: preventivamente.

Come applicare questo rimedio: una o due capsule al giorno. È più consigliabile e salutare mangiare direttamente pesci ricchi di omega 3.

Perché è consigliato: i benefici di questo rimedio sono identificabili nella sua capacità di rinforzare la salute cardiovascolare abbassando la pressione sanguigna. Il dolore dell’emicrania è generalmente indipendente dalla pressione sanguigna, quindi non si dovrebbe agire direttamente su di essa, ma in alcune persone può essere proprio quest’ultima a scatenare le crisi.

Luce verde

Definizione: la luce verde è la parte della radiazione elettromagnetica che viene percepita dall’occhio umano con una lunghezza d’onda di 497-570 nm.

Quando utilizzare questo rimedio: nel mezzo di una crisi.

Come applicare questo rimedio: usando una lampadina che emette luce verde pura o occhiali da sole che bloccano tutte le tonalità di luce tranne la luce verde, anche se occhiali del genere hanno un prezzo mediamente elevato.

Perché è consigliato: alla Harvard University hanno scoperto che può avere un effetto positivo per alleviare il dolore poiché contrasta fortemente le emissioni di luce blu che peggiorano il dolore dell’emicrania.

Guscio di anguria

Definizione: l’anguria è un frutto molto idratante di una pianta erbacea.

Quando utilizzare questo rimedio: nel mezzo di una crisi di emicrania.

Come applicare questo rimedio: diversi siti web raccomandano di mettere un pezzetto di scorza di anguria sulle tempie e di aspettare che il dolore scompaia.

Perché è consigliato: non è ben compreso il meccanismo d’azione e il suo ruolo ma pare che molte esperienze abbiano testimoniato questo miracoloso effetto benefico sui mal di testa.

Buccia di banana

Definizione: la banana è un frutto di una famiglia di piante erbacee perenni.

Quando utilizzare questo rimedio: nel mezzo di una crisi di emicrania.

Come applicare questo rimedio: secondo le raccomandazioni devi mettere un po’ di alcool nella buccia di banana pulita. Posiziona il guscio sulla fronte per 30 minuti e legalo con un fazzoletto.

Perché è consigliato: come per l’anguria, non conosciamo a fondo il motivo di questo uso che si fa della buccia di banana, ma alcuni siti web suggeriscono che assorbe le tossine, sebbene non descrivano dettagliatamente il processo.

Camomilla

Definizione: la camomilla è un’erba perenne con un fiore di petali bianchi e corolla gialla a cui sono attribuite molteplici qualità curative.

Quando utilizzare questo rimedio: per tutto il giorno in cui sia stata presenta l’emicrania o preventivamente per quattro settimane di seguito.

Come applicare questo rimedio: si consiglia di fare un’infusione con 2 o 3 cucchiaini di fiori secchi in una tazza di acqua calda. Puoi anche aggiungere succo di limone e miele. Bere 3 o 4 volte al giorno.

Perché è consigliato: la camomilla allevia il vomito (spesso presente nel mal di testa) e ha proprietà sedative che possono se non altro calmare la frenesia tipica di chi abbia un mal di testa abbastanza forte.

Menta

Definizione: la menta piperita è un genere di piante erbacee ad uso gastronomico e farmaceutico.

Quando utilizzare questo rimedio: nel mezzo di una crisi o preventivamente per tre mesi.

Come applicare questo rimedio: bevi un infuso di 20 grammi di menta fresca in mezzo litro di acqua o un cucchiaino di menta secca per tazza. Dolcificare con miele.

Perché è consigliato: è un ottimo digestivo e ha funzioni antivomitivo. Inoltre, è rilassante e antinfiammatoria.

Patate

Definizione: la patata è un tubero che viene coltivato in tutto il mondo a scopo quasi unicamente alimentare.

Quando utilizzare questo rimedio: nel mezzo di una crisi.

Come applicare questo rimedio: metti una fetta in ogni tempia e un’altra sopra ogni sopracciglia stringendole abbastanza forte attorno al cranio con un fazzoletto o una pezza.

Perché è consigliato: il discorso è lo stesso come per l’anguria e la buccia di banana, non si sa perché sia ​​usata ma questo rimedio è famosissimo fin da tanto tempo fa, si tratta infatti di uno dei tipici rimedi della nonna per il mal di testa.

Pepe di Cayenna

Definizione: il peperoncino di Cayenne è una polvere derivante dalla macinazione dei granelli di una o più specie di peperoncino piccante.

Quando utilizzare questo rimedio: nel mezzo di una crisi di emicrania.

Come applicare questo rimedio: si consiglia di diluire mezzo cucchiaio in acqua calda, anche se c’è da andarci cauti perché troppo pepe (o peperoncino) potrebbero addirittura far venire il mal di testa. Opzionalmente, e per migliorare il gusto, si consiglia di aggiungere un po’ di succo di limone e miele.

Perché è consigliato: alcuni naturopati probabilmente lo raccomandano con il pretesto che il bruciore nella bocca provochi una certa distrazione dal dolore alla testa collocando il fastidio primario in un posto diverso. Questo rimedio stimola anche la circolazione e migliora il flusso sanguigno; la capsaicina, un composto contenuto al suo interno, funziona come un analgesico naturale.

Acconciatura

Definizione: l’ acconciatura è un modo per sistemare i capelli. Acconciature troppo strette ed elastici e clip sui capelli, trecce, tuppi e code possono facilitare l’insorgenza del mal di testa.

Quando utilizzare questo rimedio: quando inizi a notare dolore alla testa.

Come applicare questo rimedio: cambia acconciatura e allenta la tensione, sciogli la coda o le trecce e fa’ in modo che i capelli prendano la direzione più congeniale, non quella che tu vuoi dargli.

Perché è consigliato: si sostiene che un’acconciatura troppo tesa possa causare mal di testa e dare luogo ad ipersensibilità cutanea. Esiste addirittura un disturbo chiamato allodinia cutanea che consiste in un’estrema sensibilità della pelle. L’allodinia cutanea è quasi due volte più frequente nei pazienti con emicrania rispetto ad altri pazienti o ad altri tipi di mal di testa cronico.

Scarabocchi

Definizione: gli scarabocchi sono quei disegni che facciamo senza pensare mentre la nostra attenzione è su un altro compito.

Quando utilizzare questo rimedio: quando inizi a sentire i primi sintomi di emicrania.

Come applicare questo rimedio: prendi matite e colori e inizia a disegnare senza pensare.

Perché è consigliato: disegnare scarabocchi in pochi minuti allevia la tensione ed è un modo per esprimerti liberamente. Quando inizi a farlo, la linea sarà veloce e gradualmente rallenterà fino a quando non ti sentirai meno ansioso.

Sale dell’Himalaya

Definizione: il sale dell’Himalaya è un tipo di sale rosato che proviene dalle montagne del Pakistan.

Quando utilizzare questo rimedio: quando soffri di una crisi di emicrania.

Come applicare questo rimedio: aggiungi 9 grammi di sale a 200 ml di acqua e aggiungi il succo di due limoni.

Perché è consigliato: il sale dell’Himalaya è ricco di minerali ed elettroliti. Si dice che bere sale dell’Himalaya disciolto in acqua fermi una crisi di emicrania in pochi minuti. Tuttavia, poiché l’emicrania non è dovuta a uno squilibrio di sali minerali, questo rimedio potrebbe non essere efficace.

Massaggio

Definizione: il massaggio è l’attività che prevede lo sfregamento e la pressione di diverse parti del corpo con ritmi e intensità diverse.

Quando utilizzare questo rimedio: quando hai un mal di testa ancora non eccessivamente intenso.

Come applicare questo rimedio: massaggia l’area delle tempie, le sopracciglia e la base del naso. Fai massaggi circolari regolando la pressione.

Perché è consigliato: i massaggi alleviano la tensione muscolare. Poiché l’origine dell’emicrania non è esclusivamente muscolare, questo rimedio potrebbe non essere sufficiente a smaltire il mal di testa ma di sicuro sarà rilassante.

Acqua

Bere e restare idratati non solo previene il mal di testa ma riduce anche prontamente un attacco di emicrania. Provare per credere!

Definizione: l’acqua è quella molecola formata da due atomi di idrogeno e uno di ossigeno. Beh, sappiamo cosa sia l’acqua, no?!

Quando utilizzare questo rimedio: per tutto il giorno e tutti i giorni in forma preventiva, abbondantemente durante un attacco di mal di testa.

Come applicare questo rimedio: circa 8 bicchieri d’acqua al giorno, equivalenti ad almeno due litri, o un litro abbondante di acqua durante la crisi di mal di testa.

Perché è consigliato: si consiglia di bere acqua a causa della convinzione che la disidratazione sia responsabile dell’emicrania. Esistono basi scientifiche per presupporre questa cosa, ma senza addentrarci troppo nelle questioni mediche e fisiologiche vi basti sapere che bere tante acqua è uno dei rimedi più sicuri e apprezzati per ridurre il mal di testa.

Caffè

La sua capacità di restringere i vasi sanguigni aiuta a prevenire i sintomi dell’emicrania. Ma ci sono persone in cui il caffè addirittura provoca emicrania (anche se sono una quota ristrettissima).

Definizione: il caffè è un prodotto che si ottiene infondendo i semi tostati dei frutti della pianta del caffè.

Quando utilizzare questo rimedio: durante le crisi e anche prima che sopraggiungano.

Come applicare questo rimedio: semplicemente bevendo un buon caffè concentrato o anche masticando qualche chicco.

Perché è consigliato: a causa della convinzione che le emicranie abbiano un’origine vascolare e poiché la caffeina ha un effetto vasodilatatore è facile credere che sia altamente risolutiva, è per questo che è raccomandato il suo consumo. In fin dei conti, insieme all’acqua, è uno dei metodi naturali più accreditati oltre che un rimedio della nonna per antonomasia.

Cavolo

Definizione: il cavolo è una pianta commestibile con proprietà altamente salutari.

Quando utilizzare questo rimedio: nel mezzo di una crisi di emicrania.

Come applicare questo rimedio: con un coltello taglia il cavolo e applicalo direttamente sulla fronte e sulle tempie per 20 minuti. Quindi noterai che la foglia di cavolo sarà calda e la tua testa rinfrescata. Puoi applicare questo rimedio tutte le volte che ne hai bisogno.

Perché è consigliato: le foglie di cavolo sono ricche sostanze antinfiammatorie che agiranno sul mal di testa in modo diretto.

Cannella

Definizione: la cannella è una spezia derivante dall’albero omonimo.

Quando utilizzare questo rimedio: preparare e consumare l’infusione proprio quando inizia il dolore.

Come applicare questo rimedio: prepara una sottile pasta di cannella con dell’acqua e applicala sulle tempie e sulla fronte. Può anche essere valida l’idea di un infuso in un bicchiere di latte.

Perché è consigliato: allevia il dolore, l’evenienza è nota a molti anche se le ragioni paiono ancora non perfettamente note.

Mele

Definizione: la mela è un frutto del melo.

Quando utilizzare questo rimedio: quando si verificano i primi sintomi di un attacco di emicrania.

Come applicare questo rimedio: si dice che mangiare una mela e addirittura annusare una mela verde riduca la gravità dell’emicrania.

Perché è consigliato: per le sue proprietà sedative e perché ricca di fosforo, un elemento in grado di agire direttamente sull’emicrania.

Ti fidi dei rimedi naturali?

Vuoi conoscere nuovi modi per dimagrire, credi nel potere della natura e vuoi avere informazioni su tutto ciò che riguarda il benessere di corpo e mente?

Lascia la tua e-mail!

Complimenti! Iscrizione avvenuta con successo.